Storia, biografia e pubblicazioni

del Professor Cheng Man Ching



Storia e biografia

Cheng Mang Ching

INTRODUZIONE

Nel passato della Cina se un erudito padroneggiava una'arte allora gli altri potevano impararla da lui. Quello studioso diventava quindi, come insegnante, il ponte tra gli studenti e i saggi del passato. Molto tempo fa un certo Cheng Kuan-wen venne riconosciuto come un grande colto e quindi soprannominato san-chueh, avendo raggiunto l'eccellenza in tre campi: poesia, calligrafia e pittura. Nel corso dei secoli in Cina si è lamentato il fatto che come lui ce ne siano stati davvero pochi.

Il Professor Cheng eccelleva in cinque campi: poesia, pittura, calligrafia, medicina e taijiquan; ed era famoso in tutto il mondo per queste conquiste. Inoltre studiò in modo approfondito gli insegnamenti di saggi del passato, oltre a essere uno scrittore così prolifico che non si rese conto che la vecchiaia si stava insinuando in lui. Il Professor Cheng ha superato le conquiste di Cheng Kuan-wen e difatti oggi molte persone credono che sia l'individuo più eccezionale della storia culturale cinese del XX secolo; esse probabilmente non stanno esagerando con questa affermazione.


L'INFANZIA DI CHENG E I SUOI SOPRANNOMI NELL'ARCO DELLA VITA

Il nome durante l'infanzia del Professor Cheng era Yueh. Soltanto all'età di 40 anni iniziò a usare il nome Man-ch'ing.
Egli nacque nella provincia di Chekiang nel Yung Chia (l'attuale Wenchou), dieci anni prima dalla fondazione della Repubblica di Cina (nacque nel 1901 - durante il 28° anno della Ch'ing Dynasty Kuang-hsu), il 25° giorno della sesta luna (secondo il calendario cinese), il giorno successivo al compleanno del fiore di loto. Quindi prese il nome di "Padre del Loto".
Un altro dei suoi suoi nomi da scrittore fu "Eremita del pozzo di giada". Ma dopo aver superato i 50 anni, si fece crescere la barba e prese il nome di "Man-jan" o "Whiskers Man".
Superati i 60 anni continuò a studiare instancabilmente ogni notte, così gli diedero il nome di "Host of the Tower of Long Evening". Ma ci sono anche altri motivi per questo nome. Il Professor Cheng adottò questo nome d'arte a New York, mentre risiedeva in un appartamento dal quale poteva osservare i grattacieli durante le lughe notti passate nel suo studio.
Infine, sempre a New York, venne soprannominato "Il vecchio bambino che non è mai stanco di imparare”.

Il padre del Professor Cheng morì quando lui era ancora bambino, mentre sua madre, il cui nome da nubile era Chang, gli insegnò la poesia e la calligrafia. Ella raccontava che Cheng poteva memorizzare tutto a colpo d'occhio.

Quando Cheng aveva 9 anni, un mattone gli cadde in testa stacandosi da un muro danneggiato. Il sangue gli copriva il corpo e rimase in coma per due giorni e due notti. Un maestro di arti marziali di nome Chou Min-ch'i andò sulle montagne e raccogliere erbe al fine di curarlo. Tuttavia rimase come un vegetale per diverso tempo e infine perse la memoria.


PITTURA, POESIA E CALLIGRAFIA DI CHENG MAN CHING

All'età di 10 anni, dopo un anno dall'incidente che gli provocò la perdita di memoria, inizio a studiare pittura con il professor Wang Hsiang-ch'an. Ma l'unica cosa che riusciva a fare era stare vicino all'insegnante mentre dipingeva. Tre anni dopo la sua salute migliorò. Ogni sera dipingeva un fiore, una foglia, un insetto o un uccello sugli involucri di carta delle medicine delle zie.
All'età di 14 anni, la moglie del suo insegnante gli chiese di dipingere un glicine e ciò che egli dipinse aveva le sembianze dei dipinti di Yu'n Nan-t'ien e Huai Hsing-lo (artisiti cinesei molto famosi). Il suo insegnante fu così contento che gli diede il nome per il suo studio di pittura: "Wisteria Flower Studio"; e gli disse quanto avrebbe dovuto farsi pagare per dipingere.
* La tradizione nella pittura cinese prevede che, quando uno studente pittore diventa maggiorenne, il maestro gli dona un nome per il suo studio e stabilisce un prezzo base per i dipinti - una sorta di battesimo lavorativo.

Da quel momento in poi, il Professor Cheng sostenne la propria famiglia attraverso i suoi dipinti. Con i soldi extra comprò i dipinti di Jen Pai-nien, Chao Hui-shu e altri famosi pittori. Nel mentre riceveva aiuto e consigli da sua zia Chang Kuang, che era conosciuta come Hung-wei Lao-jen, per il metodo di dipingere i contorni. Il Professor Cheng successivamente dipinse un intero bambù, grande diversi metri, con il metodo del "contorno". Riuscì nell'intento senza sbagliare mai il tratto e senza staccare mai il pennello.

L'anno seguente, un vecchio poeta di nome Lu T'ung-pei lo presentò ad alcuni personaggi: Shen Mei-so, Ma Yi-fu, Ching Tzu-yuan, Lo Hsing-hu, Wang Chien-lo e altri della città di Hangchou. Mandò il Professor Cheng per associarsi con loro e per discutere di pittura, poesia e calligrafia.

A 18 anni andò a Pechino insieme a Lo Fu-k'an e LoYing-kung. Lì pubblicarono sui giornali poesie in stile "ch'ang-ho" (uno stile di poesia in cui due persone costituiscono un poema esteso, la prima persona scrive una riga e la seconda persona prosegue con la riga successiva che deve far rima con la prima, anche se il contenuto o la linea di pensiero non sono correlati). I tre poeti divennero amici velocemente. Grazie a questa Associazione il Professor Cheng ricevette un invito dalla Yu-wen University per insegnare poesia.

Qui conobbe Cheng Su-k'an, Chen Shih-tseng, Ling Chih-chih, Yao Man-fei, Wang Meng-pai, tutti uomini famosi nella scena cultrale cinese di quel periodo. Dopo 6 anni di stretta collaborazione con loro, la pittura del Professor Cheng si sviluppò lungo le linee di Pai-yang e Ch'ing-tung, in fine si avvicinò alla qualità di Pa-ta. La calligrafia del Professor Cheng seguì il sentiero di Yi-shao e Pei-hai, procedendo verso gli antichi delle dinastie Han e Wei. La sua poesia passò da Ch'ing alle dinastie Sung e T'ang. Così continuò a migliorarsi ed evolversi.

IL PROFESSOR CHENG

Quando aveva 24 anni venne introdotto da Ts'ai Chueh-ming (fondatore dell'Università di Pechino) per insegnare all'Università nazionale di Chi-nan. Wu Ch'ang-shih e Chu Ku-Wei avevano un grande rispetto per il Professor Cheng, così la Scuola di Belle Arti di Shanghai lo invitò a essere direttore del dipartimento di pittura cinese.
A quel tempo Chang Shan-tzuChang Ta-ch'ien, Ma Meng-jung e Ma Kung-yu furono invitati dal Professor Cheng a insegnare pittura nel dipartimento per consolidare la formazione degli studenti.

All'età di 29 anni il Professor Cheng fondò il College of Chinese Culture and Art, insieme a Huan Ping-hung e altri, assumendone la carica di vicepresidente. Sottolineò che la poesia e la letteratura, la calligrafia, la pittura e l'intaglio dei sigilli (un'arte a sé) erano arti ugualmente importanti per la cultura cinese.

All'età di 30 anni il Professor Cheng si ritirò dall'insegnamento. Viaggiò a Yang-hu nella provincia di Chiangsu e studiò con il Maestro dei classici Ch'ien Ming-shan. Mise cuore e anima nello studio dei classici e dei saggi e per 3 anni i suoi piedi non lasciarono mai la scuola. Non ebbe vacanze estive o pause di alcun tipo.
Il Professor Cheng una volta raccontò: "Durante il periodo di studio, con il Maestro Ming-shan, non ho mai dormito e nessuno mi ha mai visto, tranne il mio insegnante una sola volta: quando gli ho consegnato il saggio".
Perseguendo questa strada fino ai suoi estremi confini, dopo aver ispezionato i punti più minuti, Cheng dimenticò tutto il resto ed entrò nel Tao della conoscenza. Di conseguenza, la sua poesia divenne pura, chiara, robusta e reale, senza fronzoli o artificialità. La sua calligrafia era piena, uniforme e solida. La forza della sua pennellata sembrava penetrare attraverso il foglio. La sua pittura era semplice ma raffinata e allo stesso tempo solida. L'inchiostro sembrava mantenere la sua freschezza e anche l'acqua sembrava avere un corpo. La composizione dei suoi dipinti era meravigliosa, anche se sembrava semplice. Ha influenzato calligrafi e pittori le cui opere erano solide, pesanti e chiare. Voleva eliminare la tendenza moderna della pittura superficialmente bella e frivola.

Dopo essere stato a Taiwan (tra i 40 e 50 anni), formò insieme ad altri luminari (Yu You-jen, Ch'en Han-kuan, Chang Chao-ch'in, Ma Shao-wen, Chang Ching-wei e altri...), una società di poesia. Con Ma-Shou-hua, Tao Yun-lo, Ch'en Feng, Chang Ku-nien, Liu Yen-t'ao e Kao Yi-hung, creò i "Sette amici del gruppo di pittura e calligrafia". Fu anche tra coloro che hanno dato vita alla Republic China Fine Arts Society. Fu eletto ufficiale della Compagnia e servì anche come capo della sezione di pittura cinese.

Il Professor Cheng venne invitato a partecipare all'organizzazione di un'esposizione nazionale di pittura e calligrafia e fu anche uno dei giudici per i loro eventi. Fu anche invitato a una cattedra universitaria al College of Chinese Culture per insegnare sui temi della poesia, della pittura e della calligrafia nel dipartimento di belle arti della scuola di specializzazione. Inoltre venne nominato Direttore delle Belle Arti nel ramo americano del Movimento culturale rinascimentale della Repubblica di Cina.

Durante un periodo di 25 anni ha fatto molte mostre personali in patria e all'estero. Tra le quali una alla National Cernuschi Gallery di Parigi e un'altra alla World's Fair di New York nel 1964. Gli artisti occidentali furono molto impressionati ed espressero il loro rispetto. Le persone si sono complimentate con lui per essere stato un maestro della pittura a inchiostro. La sua fama era pienamente giustificata e non solo circostanziale.


CHENG MAN CHING E GLI STUDI IN MEDICINA

La madre del Professor Cheng era abile nel differenziare le erbe medicinali. Il Professor Cheng da giovane era spesso malato ed accompagnava sua madre a raccogliere le erbe; così crebbe in lui il desiderio di usare le conoscenze mediche e le erbe per aiutare il mondo.
All'età di 25 anni, andò a conoscere Sung You, nella provincia di Anhui, la cui famiglia era famosa da nove generazioni per la pratica della medicina. Il Professor Cheng ne fu ammirato e divenne il suo discepolo.
Secondo la signora Cheng, la storia fu la seguente: «Il dott. Sung aveva circa settant'anni e da tempo si era ritirato. I suoi quattro figli erano tutti dottori famosi, ma il loro padre stava ancora cercando qualcuno al quale insegnare tutti i misteri della sua conoscenza medica, dato che evidentemente i suoi figli non erano pienamente in grado di cogliere tutto ciò che il Dott. Sung sapeva.
Mentre il Dott. Sung era in visita da un vecchio amico a Shanghai, vide una prescrizione medica che il Professor Cheng aveva scritto
(il Professor Cheng non era un medico professionista all'epoca, ma scriveva ricette per gli amici). Dopo aver letto la prescrizione, il Dott. Sung rimase molto colpito e disse al suo amico che gli sarebbe piaciuto incontrare l'autore. Sung disse: "sarebbe bello avere l'opportunità di discutere di medicina con un uomo simile a me, due barbe grigie della medicina che confrontano le teorie. L'amico del Dott. Sung ridacchiò e disse che l'autore di quella prescrizione non era una barba grigia, ma piuttosto un giovane professore. Quando il dottor Sung sentì che il Professor Cheng era un giovane, ebbe un impeto di speranza che questo fosse lo studente a cui avrebbe potuto trasmettere le sue conoscenze. Ma quando realizzò che il giovane era già un professore, la sua speranza svanì. Come poteva pensare di chiedere a un uomo già divenuto professore di tornare a studiare?
Il dottor Sung così tornò ad Ahui deluso, ma di tanto in tanto faceva il lungo viaggio per visitare il suo vecchio amico, sperando di poter incontrare il Professor Cheng. Nel frattempo l'amico era all'opera per proavre a convincere il Professor Cheng di ricominciare a studiare. Ma il Professor Cheng era troppo impegnato a insegnare e ad amministrare il suo college. Tuttavia, l'amico del Dr. Sung continuò a insistere.
Alla fine, il Professor Cheng decise di andare a visitare il vecchio Dott. Sung. Aveva saputo che il venerabile dottore amava molto mangiare la coscia di cane (una specialità della provincia di Chekiang). Ma le zampe di cane erano estremamente difficili da trovare perché venivano impiegate nel processo di conservazione dei prosciutti
(per ogni 100 prosciutti veniva utilizzata una gamba di cane per conferire al tutto un sapore speciale, di solito le gambe del cane venivano messe da parte per l'uso esclusivo dei Maestri chef). Ciononostante il Professor Cheng riuscì a procurarsene una e insieme ad altri tre doni (una stoffa finemente tessuta, un fungo bianco e un altro della quale non ho memoria), partì per visitare il vecchio Dott. Sung nella provincia di Anhui. Il Dott. Sung era davvero felice di vederlo ma rifiutò i regali, tranne che per la zampa del cane.
Il Professor Cheng voleva avere la cerimonia formale per diventare uno studente. Ma il Dott. Sung disse che non era necessario, suggerendo a Cheng che non c'era bisogno di seguire la tradizione nonostante la differenza di età tra i due
(wang-nien chih chiao). Ma il Professor Cheng insisteva sulla tradizionale relazione studente-insegnante (era risaputo che solo uno studente che aveva avuto la cerimonia formale avrebbe potuto insegnare apertamente e liberamente tutti i segreti che il maestro conosceva).
I due uomini erano ai ferri corti: il Professor Cheng non avrebbe studiato senza cerimonia formale il Dott. Sung non era disposto a fare inginocchiare il Professor Cheng davanti a lui per il rispetto che nutriva nei suoi confronti. Questa sarebbe stata la fine del rapporto? No, il Dott. Sung trovò un modo per soddisfare entrambe le parti e disse al Professor Cheng: "Molto bene allora inginocchiati davanti ai miei antenati". Poi indicò l'altare che conteneva le tavolette spiritiche dei suoi antenati e il Professor Cheng celebrò la cerimonia lì. Allora il vecchio Dott. Sung uscì dallo studio e appese un cartello per indicare che stava di nuovo esercitando la medicina. Ciò permise al Professor Cheng di vedere in prima persona come il vecchio dottore trattava i suoi pazienti dall'inizio alla fine. Quando il Dott. Sung non curava i pazienti istruiva il Professor Cheng su quali libri leggere e cosa cercare in essi
».

L'intelligenza del Professor Cheng era al di sopra del normale e da mattina a sera ascoltava il suo insegnante parlare del Tao della medicina. Così arrivò a comprendere a fondo i meravigliosi misteri delle prescrizioni dei grandi dottori delle dinastie Tang, Sung, Yuan, Ming e Ching. Inoltre raggiunse la padronanza attraverso i suoi studi di ginecologia ostetricia cinese tradizionale, nonché di medicina ortopedica.

Nel 1937 iniziò la guerra sino-giapponese e il Professor Cheng diede le sue prescrizioni speciali a beneficio dell'esercito e delle autorità in modo che il governo potesse apprezzare la capacità della medicina tradizionale.
Il Professor Cheng appese il cartello indicando che si trovava a casa ad aspettare e curare i pazienti. Era la prima volta che lo faceva, ma la sua fama di medico si diffuse presto in lungo e in largo.

Dal 1928 in poi, quando Wang Ching-wei, Liu Jei-hen e altri avanzarono proposte per eliminare la medicina tradizionale cinese e la farmaceutica, la linea diretta del Tao della medicina cinese svanì giorno dopo giorno fino a quando fu quasi persa. Quindi il Professor Cheng, insieme al dottor Ch'in e altri amici del Tao della medicina, fondarono l'Associazione Medica Cinese Nazionale. Questa Associazione riuscì, per la prima volta nella storia cinese, a unire tutti i famosi medici tradizionali cinesi così da ricercare i punti migliori e più belli della medicina e della farmacologia cinese. Come risultato la medicina cinese crebbe e prosperò.

Nel 1946, il Professor Cheng prese parte all'Assemblea nazionale per la costruzione della Costituzione della Repubblica di Cina. L'anno seguente fu eletto all'Assemblea nazionale come rappresentante della comunità di dottori della medicina cinese.

Nel 1958 fu inaugurato il College of Chinese Medicine and Pharmacology e il dottor Chin Ch'in, in qualità di fondatore della scuola, chiese al Professor Cheng di essere il direttore del consiglio o il presidente del collegio, dicendo che ciò avrebbe dato maggior credibilità al college. Il Professor Cheng in merito, rimase educatamente fermo nel suo rifiuto, dicendo: «Signore, lei ha svolto da solo tutto il lavoro per fondare questa scuola, e se dovessi assumere la posizione di onore, non sarebbe giusto». Tuttavia, più tardi, quando la scuola finì nei guai il Professor Cheng si fece avanti e non si risparmiò in alcun modo al fine di aiutarla e sostenerla.


Cheng Mang Ching

CHENG MAN CHING E LE ARTI MARZIALI

Da giovane il Professor Cheng era molto debole, così studiò Shaolin Chuan per rafforzare il suo corpo.
A 27 anni mentre era a Shanghai si ammalò di tubercolosi di terzo grado, così studiò il t'ai-chi ch'uan dal famoso Maestro Yang Chengfu. In poco più di un anno il Professor Cheng aveva acquisito una comprensione dei principi fondamentali del t'ai-chi ch'uan.
Durante quel periodo la moglie di Yang Chengfu fu colpita da una grave malattia. Tutti i dottori erano stati impotenti nell'aiutarla, ma il Professor Cheng non voleva vedere la moglie del suo insegnante morire, quindi la esaminò attentamente. Alla fine riuscì a salvarla. La signora Yang, ovviamente molto grata, disse al marito: «Ora che sto bene, come ringrazierai questo giovane? Devi insegnargli tutto quello che sai e non trattenere un singolo segreto!». Profondamente debitore per il favore che il Professor Cheng aveva fatto alla sua famiglia, il Maestro Yang si attenne alla richiesta della moglie e insegnò al Professor Cheng gli importanti segreti della spada t'ai-'chi ch'uan, senza segreti.

Vuoi imparare il taijiquan del Maestro Cheng Man Ching? Partecipa al video corso di Taiji Gate.

Più tardi, nel T'ai-yuan (provincia di Shansi), il Professor Cheng praticò meravigliose tecniche di energia tai-chi ch'uan con Chang Ch'ing-ling.

Dopo venti anni di pratica costante, il Professor Cheng mise a punto la forma in 37 posture, rendendo così il Taijiquan più facile da insegnare, imparare e praticare.

All'età di 32 anni insegnò t'ai-'chi ch'uan all'Accademia Militare Centrale (ex Accademia Militare Huang-po - l'equivalente a West Point negli Stati Uniti).

All'età di 37 anni fu consulente del governo provinciale dello Hunan. Allo stesso tempo ricoprì anche la carica di Direttore delle Arti Marziali della provincia di Hunan. A quel tempo lo Hunan era composto da 75 contee. I capi delle arti marziali di ogni contea vennero per studiare con il Professor Cheng e tornarono alle loro rispettive contee per insegnare quel che avevano appreso. (Va notato che Hunan è stata tradizionalmente conosciuta come una provincia famosa per le sue arti marziali, infatti il Professor Cheng dovette dimostrare di essere un praticante di arti marziali degno di essere il Capo provinciale delle arti marziali).

All'età di 38 anni si recò a Chungking nella provincia di Schezuan. Qui ottenne una nuova carica con il gruppo di addestramento militare centrale insegnando t'ai-chi ch'uan.
Aneddoto: L'Ambasciata Britannica in Cina diede un banchetto e venne chiesto al Professor Cheng di dare una dimostrazione di t'ai-chi ch'uan. Alcuni membri dell'esercito britannico volevano competere con lui, così, quando lo attaccarono, il Professor Cheng sembrò reagire semplicemente voltando la mano e girando il suo corpo in modo leggero, ma i  suoi avversari vennero scagliati a più di tre metri! Più tardi, ad una festa tenuta dall'esercito americano, accadde la stessa cosa. Gli spettatori non potevano fare a meno di esclamare il loro stupore.

All'età di 48 anni il professor Cheng si trasferì a Taiwan dove fondò la Stir Jung School del T'ai-chi Ch'uan.

All'età di 63 anni andò in USA dove fondò il Centro per la Cultura e le Arti Stir Jung (la scuola t'ai-chi). Era aperta a tutti coloro che volevano studiare e aveva un grande seguito.



A oggi gli studenti che hanno studiato direttamente o indirettamente il t'ai-chi ch'uan del Maestro Cheng sono centinaia di migliaia. Coloro che hanno veramente compreso il suo insegnamento e sono passati allo studio della spada invece non sono molti.

Il Professor Cheng aveva 5 abilità particolarmente forti (medicina, poesia, calligrafia, pittura e taijiquan) e riusciva a unificarle come se fossero perle infilate su una singola corda. Quella corda era il Tao.

Poiché studiò profondamente i classici e i saggi, sondò le profondità dei principi della filosofia. Così il passato e il presente, i saggi dell'antichità e quest'uomo del mondo moderno, raggiunsero l'armonia. Il venerabile Yu You-jen elogiò Cheng in questo modo: «È un talento unico di questa epoca, quello che gli altri considerano troppo difficile, lui lo fa da solo e facilmente».

Il Professor Cheng era un gentiluomo dall'aria distinta con un'aria colta. Il suo carattere era schietto e onesto, egli percorse un sentiero rettilineo dal quale non ha mai vacillato né si è mai compromesso.

All'età di 40 anni, il Professor Cheng sposò Miss Yi-tu, la quarta figlia di Air Marshall Ting, il capo del Dipartimento dell'Aeronautica. La signorina era elegante nell'aspetto e molto intelligente. Era una studentessa di medicina e si laureò alla Peiking University. Amava particolarmente la letteratura e l'arte. Così aiutò il marito a educare i loro figli. Tutti conoscevano la sua grazia e gentilezza.

Negli ultimi 10 anni di vita il Professor Cheng viaggiò in America e in Europa, accompagnato dalla moglie. Nel 1974 tornò a Taiwan per pubblicare Yi Ch'uan (commento sul Libro dei Mutamenti). Un giorno disse personalmente agli amici più intimi: «Dovrei morire, non avrei rimpianti». Tutti presero le parole per uno scherzo. Chi avrebbe mai pensato che alla mezzanotte del 23 marzo 1975 Cheng sarebbe stato trovato con la testa poggiata tra le braccia sulla scrivania, come se dormisse. Non si risvegliò mai più. Fu immediatamente inviato in ospedale, ma alle 2:15 del 26 marzo trapassò. Aveva 75 anni.

Yen Chia-kan, il presidente della Repubblica di Cina a Taiwan, scrisse un memoriale per il Professor Cheng: «Non avrei mai immaginato che il primo memoriale che avrei scritto sarebbe stato quello di un vecchio amico».

Le pubblicazioni del Maestro Cheng Man Ching

Cheng Mang Ching

Poesia

Tra le sue raccolte di poesie vi sono:
• T'ang Shih Chen Tu (commentario che spiega le poesie della dinastia Tang)
• Yu-ching Ts'ao-t'ang Shih-chi (composto da due volumi di poesia originale del Professor Cheng)
• Man-ch'ing Tz'u-hsuan (la selezione del Professor Cheng del proprio tz'u, una forma di poesia).

Calligrafia

I libri della sua calligrafia e pittura includono:
• Cheng Man-ch'ing Hua-chi (un album dei dipinti del Professor Cheng)
• Man-jan Hsieh-yi (una collezione di dipinti del Professor Cheng nello stile hsieh-yi)
• Cheng Man-jan Shu-hua Chi (un libro della calligrafia e dei dipinti del Professor Cheng)
• Man-jan San-lun (gli scritti del Professor Cheng sulla poesia, la calligrafia e la pittura).

Medicina

Nel campo della medicina i suoi libri sono i seguenti:
• Nu-k'e Hsing-fa (una pubblicazione contenente le prescrizioni del Professor Cheng e teorie sulla ginecologia)
• T'an-i Pa-yao (sul cancro)
• Ku-k ' e Ching-wei (pertinente all'ortopedia).

Taijiquan

Scritti sul t'ai chi ch'uan sono:
• Cheng-tzu T'ai-chi Ch'uan Shih-san P'ien (i 13 capitoli del Maestro Cheng sul T'ai-chi Chuan)
• T'ai-chi Ch'uan (pubblicato in inglese)
• Cheng-tzu T'ai-chi Ch'uan Tzu hsiu Hsing-fa (Il nuovo metodo del Maestro Cheng di T'ai-Ch'uan Self Taught)
• T'ai-chi (in inglese, co-autore di Robert W. Smith.)

Film

C'è anche un film sul t'ai-chi chuan in bianco e nero e a colori che mostra anche la spada t'ai-chi: The Professor, Tai Chi's Journey West.

Tradizione e cultura cinese

Riguardo alla cultura e alla tradizione, ha pubblicato quanto segue:
• Lao-tzu Yi-chih Chieh (commentario sul Tao La cosa di Lao Tzu)
• Hsueh-yung Hsing-chieh (un commento sul Grande Apprendimento e la Dottrina del Medio di Confucio)
• Jen-wen Ch'ien-shuo (pensieri originali del Professor Cheng su filosofia, cultura e auto-coltivazione in forma semplificata)
• Hsing-pen (trattato del Professor Cheng sull'antica questione se l'uomo nasce intrinsecamente buono o intrinsecamente cattivo)
• Lun-yu Shih-chih (Commentari sugli Analoghi di Confucio - commentario di Yi Ch'uan sul Libro dei Mutamenti).


Testi e ricerche a cura di © Valerio Bellone